COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Il GNL di E.ON è pronto a prendere il largo Stampa E-mail

di Danilo Corazza


Nel mix energetico del Gruppo E.ON, il GNL riveste un ruolo di assoluto rilievo. Proprio a partire da quest’anno il suo portafoglio può contare su 1,7 miliardi di metri cubi di capacità nel terminal di Grain, in Gran Bretagna, e su 800 milioni di metri cubi ciascuno presso i siti spagnoli di Barcellona e Huelva. Inoltre, E.ON ha già prenotato una capacità annuale pari a 3 miliardi di metri cubi presso il terminale olandese di Rotterdam, attualmente in costruzione (l’entrata in esercizio è prevista per la fine del 2011).
Accanto ai contratti di lungo termine e alla produzione diretta di gas, il GNL sta diventando la terza colonna portante nella strategia di E.ON per l‘approvvigionamento del gas. Con queste credenziali, non poteva certo mancare un interesse mirato sul mercato nostrano, e più in generale sull’area del Mar Adriatico. Attualmente E.ON sta lavorando su diversi progetti di rigassificatori: Olt Offshore LNG Toscana, Terminal Alpi Adriatico e Onshore Adria LNG (Krk, Croazia). [...]

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com