COOKIE
 
PAUSA-ENERGIA
 
Arcudi: “A tutto gas, aspettando l’altro mix…” Stampa E-mail

di Danilo Corazza


Annamaria Arcudi, amministratore delegato di Plurigas
Mix dei combustibili. La maggior parte degli esperti di settore, affrontando questo tema rileva una debolezza di fondo del sistema energetico italiano. Il cocktail nostrano, infatti, non può certo essere definito come omogeneo e ben amalgamato - almeno secondo i parametri europei - nonostante gli sforzi per un riequilibrio fatti nel recente passato.
Nuova Energia ha scelto di approfondire il tema, coinvolgendo nel dibattito anche Annamaria Arcudi, amministratore delegato di Plurigas e responsabile fuel di A2A Trading. È anche amministratore delegato di A2A Beta, joint venture tra il gruppo A2A e il gruppo Gazprom.
.


Come giudica l’offerta del parco di generazione italiano?
L’attuale mix di combustibili è il risultato di scelte forti prese in passato dalla collettività e, se pur fortemente squilibrato verso il petrolio e il gas naturale, ha motivazioni che non vanno dimenticate né dagli operatori né dagli utilizzatori...
Un po’ di rammarico forse viene rendendosi conto che in Italia è sempre più efficace la comunicazione dei contro rispetto a quella dei pro. Dobbiamo imparare a comunicare ef- ficacemente entrambi in maniera oggettiva. [...]

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2021 www.nuova-energia.com