NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
La micro-cogenerazione trova un'alleata nelle celle a combustibile Stampa E-mail

di Claudio Bertoli e Vincenzo Antonucci, Dipartimento Energia e Trasporti (DET CNR)


[...] Attualmente le reti di distribuzione posseggono un piccolo quantitativo di elementi attivi, i generatori, e quindi sono prevalentemente costituite da elementi passivi (fondamentalmente carichi incontrollati). Pertanto, una significativa inerzia strutturale caratterizza la rete di distribuzione. Questa è definita come il sistema che contiene tutte le linee e i dispositivi che giocano un ruolo nell’alimentazione degli utenti in media e bassa tensione e che fornisce la connessione di rete alla Generazione Distribuita (GD). L’incremento della penetrazione di sistemi di micro-generazione, soprattutto impianti fotovoltaici ed eolici, nonché la necessità di ottimizzare le risorse garantendo agli utenti finali standard qualitativi sempre migliori, obbligano a modifiche sostanziali degli attuali sistemi di interconnessione.
L’affacciarsi sui mercati energetici di nuovi attori, con dimensioni sempre più ridotte, costringe a ripensare l’intero sistema energetico. Le reti di distribuzione dovranno diventare accessibili al singolo utente nonché a soggetti consortili e comunità. Dovranno cioè consentire lo scambio di pacchetti di risorse (energia elettrica, calore, freddo, acqua, gas, eccetera) così come già oggi avviene nel campo delle telecomunicazioni. I sistemi a celle a combustibile garantiscono da un lato alte efficienze di conversione e dall’altro un ridotto impatto ambientale. Pertanto possono essere impiegati nella generazione on site di energia, rispondendo in parte alla sempre più crescente richiesta di diffusione della micro- generazione. I sistemi a celle a combustibile possono sostenere tale futuribile scenario sia nel breve-medio termine, utilizzando gas naturale (con produzione centralizzata o on-site di idrogeno), sia nel lungo periodo sfruttando l’incremento della penetrazione delle fonti energetiche rinnovabili (solare fotovoltaico, eolico, biomasse). [...]

L'articolo completo è disponibile solo per gli abbonati.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com