NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Petrolio: sfide di mercato e relazioni Stampa E-mail

di Vittorio D'Ermo

Sullo sfondo della guerra in Irak, che ha segnato una netta frattura con il recente passato, Nuova Energia propone ai lettori una serie di approfondimenti sulle motivazioni dell'intervento americano e sugli ultimi sviluppi della crisi. L'area del Golfo è infatti un'area cruciale dove motivazioni di tipo geopolitico si intrecciano con le problematiche più specifiche dell'industria petrolifera internazionale che deve affrontare la sfida delle nuove fonti e dei nuovi mercati dell'Asia. Un quadro sicuramente complesso da seguire in tuttti i suoi risvolti "decisivi" per il futuro assetto non solo del mercato del petrolio ma delle relazioni internazionali.

Il periodo che ha preceduto l'inizio delle operazioni militari contro l'Irak è stato dominato da forti spinte al rialzo dei prezzi del greggio.Il fronte degli analisti, secondo una consolidata tradizione si è diviso in due categorie: i pessimisti, naturalmente dal punto di vista dei consumatori, si sono affrettati a formulare previsioni preoccupanti sia relativamente al livello dei prezzi sia relativamente all'estensione temporale del fenomeno; gli ottimisti hanno optato invece a favore di scenari meno catastrofici soprattutto relativamente al periodo successivo alla conclusione del conflitto.[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo



 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com