NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Senza integrazione il "pacchetto" ci costerà caro Stampa E-mail

di Andrea Molocchi- Amici della Terra


La nuova direttiva sulle fonti rinnovabili rientra all’interno di un pacchetto di provvedimenti su energia e clima (riguardanti i settori ETS, settori non-ETS, la cattura e il sequestro del carbonio) e altri che dovranno seguire (efficienza e risparmio energetico) che comportano una serie di novità di ampia portata. Innanzitutto la direttiva sposta l’obiettivo che gli Stati devono monitorare dall’elettricità all’energia in generale (usi finali), con tutto ciò che ne consegue in termini di statistiche energetico-ambientali e di monitoraggio delle politiche. In secondo luogo, per evitare rischiose inefficienze, gli Stati Membri dovranno attrezzarsi per riuscire a integrare nel miglior modo possibile le politiche riguardanti i tre macro-obiettivi attribuiti (non solo fonti rinnovabili, ma anche settori non-ETS ed efficienza/risparmio energetico, mentre la fissazione del tetto ETS sarà accentrata a livello europeo).

Gli Stati dovranno quindi attrezzarsi in tempi brevi, dotandosi di un sistema di monitoraggio e verifica degli obiettivi nazionali, sulla base dell’assetto di competenze istituzionali specifico al Paese. E noi sappiamo quanto importante – e nello stesso tempo trascurato – sia il livello regionale e l’articolazione degli obiettivi nazionali in obiettivi regionali: il nostro Governo dovrà esercitare nei prossimi mesi un ruolo forte di indirizzo e coinvolgimento delle Regioni sugli obiettivi e strumenti dell’intero pacchetto che, sebbene a lungo termine, prevede scadenze immediate, a partire dai prossimi mesi e anni a venire. Infine, anche le Regioni dovranno attrezzarsi per integrare obiettivi e strumenti del pacchetto energia, modificando in molti casi i piani energetici esistenti per ricomprendere un insieme di settori molto più ampio, come ad esempio i trasporti. [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com