NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Opinioni l'une contro l'altre armate sul cambiamento climatico Stampa E-mail

di Elio Smedile


Questa estate australe sarà ricordata come una delle più calde della storia. Le temperature, soprattutto nel Sud dell’Australia, hanno fatto registrare valori superiori ai massimi degli ultimi 20 anni. A Melbourne si sono superati i 43 °C, ad Adelaide i 45 °C e in alcuni centri minori si sono sfiorati i 50 °C. Questa eccezionale ondata di calore ha prodotto catastrofici incendi e provocato la morte di 209 persone. “Tutto questo – ha affermato il ministro australiano del cambiamento climatico Penny Wong – è la conseguenza del riscaldamento globale ed è ciò che gli scienziati ci avevano detto che sarebbe avvenuto”.
L’Australia – sostengono gli esperti – è tra i Paesi più vulnerabili da questo punto di vista: il continente è una delle aree più aride del Pianeta (l’ondata di calore è stata preceduta da un periodo di siccità record), le emissioni pro-capite di CO2 sono tra le più elevate al mondo. [...]

 

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com