NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Una volta per sempre più educazione al risparmio Stampa E-mail

di Edgardo Curcio

Nel corso degli ultimi mesi e nei dibattiti che si sono avuti, anche in relazione ad alcuni recenti blackout causati da un forte aumento della domanda elettrica di punta, si è fatta strada la convinzione che, per una efficace politica energetica, bisogna partire dalla domanda e non dall'offerta. Le principali motivazionii a sostegno di questa opzione sono varie e tutte importanti. La prima è che sulla gestione della domanda di energia e sulle azioni di risparmio ed efficienza c'è un generale consenso da parte di tutti gli stakeholders, politici, istituzionali, rappresentanti di imprese e di associazioni di cittadini. Questo punto di per sè è già molto importante, perchè , oggi, poche sono le scelte di politica energetica condivise dai vari organismi che hanno potestà legislativa e regolatoria (Stato, Regioni, Comuni, Autorità), nonchè dal settore industriale e, contemporaneamente, dai movimenti ambientalisti.[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com