NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
L'accesso ai servizi essenziali e il potere delle regioni Stampa E-mail

di Roberto Borghini

La possibilità di accedere ai servizi essenziali (acqua, energia,mezzi di trasporto, alloggi, sanità, trattamento dei rifiuti) è il presupposto essenziale per promuovere la qualità della vita dei cittadini. Per soddisfare questo bisogno sarà sempre di più indispensabile operare in un'ottica di decentralizzazione. Grazie alla decentralizzazione, le autorità municipali e regionali diventano i garantiti dell'accesso ai servizi essenziali e i partner di riferimento per le imprese che forniscono tali servizi. Va aggiunto che - un pò ovunque - gli Stati, in difficoltà nel far fronte ai loro obblighi, non volendo rischiare l'impopolarità tramite l'aumento delle imposte, accettano più che volentieri da scaricare queste responsabilità sulle collettività locali e regionali. Il fondamentale ruolo delle autorità locali e regionali nell'accesso ai servizi essenziali è stato da sempre promosso da Fedre, la Fondazione europea per lo sviluppo sostenibile delle regioni, e in particolare dal vicepresidente Yves Berthelot, delegato per i rapporti con l'Unitar (Istituto delle Nazioni Unite per la Formazione e la Ricerca).[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com