NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Mason: "Ottimista sull'Italia se diversifica le forniture e aumenta la liquidità del mercato" Stampa E-mail

di Davide Canevari

Il tema è quello caldo della liberalizzazione. Un tema addirittura scottante per molti. Non per Guy Mason, country manager di BP per il settore gas & power. "L'Italia ha compiuto grandi passi avanti - dichiara Mason - nella liberalizzazione del mercato del gas. Adesso finalmente tutti gli utenti possono scegliere il proprio fornitore di gas, cosa che non era possibile fino a un anno fa. Parlo per esperienza personale perchè anch'io ho scelto di cambiare fornitore del gas a casa mia a Milano, circa quattro mesi fa. Quindi l'avvio del processo di liberalizzazione è un importante risultato per gli utenti consumatori".

Siamo già al traguardo?
No, c'è ancora molto da fare e credo che la fase successiva debba essere la piena liberalizzazione delle forniture in Italia dal lato dell'offerta. Gli utenti consumatori trarrebbero nuovi vantaggi dalla maggiore diversificazione delle forniture. La costruzione di nuove infrastrutture di importazione alternative alle esistenti costituirà la fase successiva del processo di liberalizzazione. Di fatto, la fonte principale di fornitura alternativa a quella attuale è rappresentata dal GNL; questo spiega gli sforzi che numerosi operatori stanno facendo per cercare di costruire nuovi terminali di rigassificazione GNL in Italia. Un mercato liquido può anche contribuire molto ad aumentare l'efficienza attesa dal processo di liberalizzazione: a questo proposito la creazione del PSV, il Punto di scambio virtuale, è un elemento incoraggiante e, secondo il nostro punto di vista, si dovrebbero concentrare gli sforzi per aumentare i volumi di gas disponibile scambiato al PSV in modo da permettere agli operatori di utilizzare questo strumento anche per ottimizzare il trasporto e il bilanciamento. [...]

 

 

 

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com