NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Automezzi: si fa una revisione alla legislazione sulla qualità dei combustibili Stampa E-mail

di Giovanni De Santi e Giorgio Martini - Institute of Environment and Sustainability - Emissions and Health Unit Joint Research Centre of the European Commission


Nei primi anni Novanta venne avviato, su iniziativa della Commissione europea, un programma di ricerca e studio volto a individuare, secondo un approcciocosti-benefici, le misure più efficaci per ridurre l'inquinamento dell'aria dovuto alle emissioni da traffico. Nell'ambito di tale programma denominato Auto/Oil I, l'industria petrolifera e quella automobilistica condussero congiuntamente una sperimentazione senza precedenti in Europa per valutare l'effetto della tecnologia motoristica e della qualità dei combustibili sulle emissioni inquinanti dei veicoli. I risultati di questo programma sperimentale, noto come EPEFE (European Programme on Emissions, Fuels and Engine Technologies), costituirono la base scientifica per la discussione che portò alla definizione delle Direttive 98/69/EC e 98/70/EC. La prima stabilì i limiti di emissione Euro 3 (2000) ed Euro 4 (2005) per i veicoli Light Duty; la seconda fissò le specifiche dei combustibili gasolio e benzina a partire dagli anni 2000 e 2005.[...]

 

 

 

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com