NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Conoscenza e sviluppo senza apprendisti stregoni Stampa E-mail

di Giacomo Elias

Tra le contraddizioni che caratterizzano questa nostra epoca, per altro estremamente suggestiva e fertile di idee e di sviluppi, vi è senza dubbio lo scarso impiego delle conoscenze, continuamente crescenti, nella motivazione dei grandi movimenti di opinione. Nelle grandi discussioni che animano la vita quotidiana - l'ambiente, l'energia, gli OGM, il buco dell'ozono, la pace, la globalizzazione - si fa un grandissimo uso di slogan (in gaelico significa "grido di guerra") per sostenere le opposte tesi, ma un modestissimo ricorso alle acquisizioni scientifiche che contraddistinguono il nostro tempo. Si direbbe quasi che scienza e coscienza stentino a coesistere e che l'essere competenti sia sinonimo di essere faziosi. Sembra troppo facile sostenere che la causa unica di questa divergenza sia dovuta ad una informazione strumentalizzata da interessi economici o politici, anche se entrambi svolgono un ruolo importante.[...]

 

 

 

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com