NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
La battaglia del carbone si combatte sul Monte Fior Stampa E-mail

di G.B.Zorzoli

Nel libro "Un anno sull'altipiano" Emilio Lussu riporta le critiche che un tenente colonnello, reso loquace dal frequente ricorso alla bottiglia, rivolge alla decisione del comando italiano di concentrare le forze sul Monte Fior, sovrastante un passo strategico, lasciando poco presidiato il fondo valle: "E' come lo impediscono [il passaggio degli austriaci] da lassù? Con l'artiglieria? Ma non ve ne abbiamo un solo pezzo e non ve ne potrà essere uno solo, chè mancano le strade. Con le mitragliatrici e i fucili? Armi inutili, a tanta distanza. E allora?. Ma, continua il tenente colonnello, "Allora niente. Perchè, se noi siamo degli incapaci, non è detto che di fronte a noi vi siano comandi più intelligenti. L'arte della guerra è uguale per tutti. Vedrà che gli austriaci attaccheranno Monte Fior, con quaranta battaglioni, e inutilmente. Questa è l'arte militare".[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com