NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Progetto ITER: gli sviluppi durante il viaggio verso l'energia di fusione Stampa E-mail

di Umberto Finzi e Rosa Antidormi - Direttorato Generale della Ricerca, Commissione europea


da Bruxelles

Lungo la via che ci porterà verso una sorgente di energia sostenibile basata sulla fusione (Nuova Energia n.2 - 2003 pagg.28/33; n.3, pagg. 86/88) il progetto ITER è essenziale ma non sufficiente. Infatti, ITER fornirà la soluzione a gran parte dei problemi chiave inerenti la realizzazione della fusione. Tuttavia, certe tecnologie della futura centrale dovranno essere sviluppate in parallelo per essere successivamente applicate nei prototipi di centrali di potenza commerciale. L'empasse in corso, legata alla decisione finale sul sito di costruzione di ITER, ha portato sul tavolo dei negoziati internazionali il concetto di "approccio ampliato" verso la realizzazione dell'energia di fusione (quello che in inglese si definisce "broader approach"). Tale approccio consiste in un allargamento delle prospettive, al di là delle finalità del progetto ITER stesso, e una programmazione coerente delle altre componenti della Ricerca e Sviluppo (R&S); lo sviluppo di tecnologie e materiali avanzati per la fusione e gli studi concettuali delle centrali a fusione. Tali componenti sono necessarie al conseguimento dell'obiettivo finale che prevede che l'energia di fusione diventi una reale opzione per l'approvvigionamento energetico di un prossimo futuro.  [...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com