NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
Ma l'Europa ha davvero una politica energetica? Stampa E-mail

di Ugo Farinelli - International Environment Institute, Lund (Svezia) e Associazione Italiana Economisti dell'Energia


La domanda se esista una politica energetica dell'Unione europea può sembrare (e forse è) un pò provocatoria, di fronte al fiorire di iniziative della Commissione e del Parlamento europei nel campo dell'energia. A esaminarla un pò più in profondità, però, vedremo che la risposta non è così ovvia, nè dal punto di vista della forma nè da quello della sostanza. E' intanto interessante notare che le origini dell'Unione europea - o della Comunità europea, come si diceva una volta - sono legate ai problemi energetici. Le prime due istituzioni europee furono furono la Comunità Europea del Carbone e dell'Acciaio (la CECA) e l'EURATOM, dedicato agli usi pacifici dell'energia nucleare. Il più grande programma di ricerca mai intrapreso e finanziato dalla Commissione fu - ed è ancora - il programma per la fusione nucleare, un'opzione energetica per il lungo termine.
Tuttavia, questa enfasi iniziale sull'energia è andata attenuandosi col tempo.[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com