NOVITÀ

Abbonati ONLINE!

 
COOKIE
 
No ai termovalorizzatori: perchè non fare i conti con la realtà? Stampa E-mail

di Angelo Gerli


No all'utilizzo dei termovalorizzatori e soluzione del problema della gestione dei rifiuti affidata alla sola raccolta differenziata. E' questa, in estrema sintesi, l'opinione della maggior parte degli italiani, come conferma l'indagine promossa da Nuova energia. La motivazione più ricorrente è il fatto che i termovalorizzatori sarebbero pericolosi per la salute dei cittadini e in ogni caso da costruire il più lontano possibile dal proprio quartiere. Cittadini non di rado "illusi" sul fatto che la raccolta differenziata potrebbe svilupparsi in modo estremamente capillare, quasi esponenziale, fino a sottrarre al sacco nero la quasi totalità dei rifiuti.
Si tratta - purtroppo - di una visione onirica del problema, che un'attenta analisi rivela troppo ottimistica e inattuabile per vari aspetti. Ma che sembra derivare da una sorta di psicosi collettiva, forse alimentata da strumentalizzazioni di vario tipo.[...]

L'articolo completo non è disponibile on-line.
Per maggiori informazioni è possibile contattare la redazione.
Telefono 02 3659 7125 e-mail Questo indirizzo di e-mail è protetto dal spam bots, deve abilitare Javascript per vederlo

 
© 2005 – 2020 www.nuova-energia.com