Home
LA SCUOLA IN BOLLETTA
Ultimo numero
Archivio
Consiglio editoriale
Comunicazione
Abbonamenti
Editrice Alkes
Chi siamo
LA SCUOLA IN BOLLETTA

Utility e aziende energetiche da sempre presentano un’ampia offerta di progetti scuola tra le attività di promozione svolte in ambito territoriale Ciò che sembra mancare è una proposta in grado di partire dall’edificio scuola al centro dell’attenzione, visto come soggetto che consuma energia.
Nuova Energia ha scelto di approfondire il tema attraverso una sezione della rivista, la scuola in bolletta. Ovvero: l’edificio scuola al centro di una proposta divulgativa sui temi dell’efficienza energetica. Questo progetto accompagnerà i nostri lettori per tutto il 2015.

 
COVER STORY

Gilli: “Non c’è sviluppo
senza una ricerca di qualità”

Nuova Energia 1 | 2015 - cover story

“La capacità di sviluppare innovazione è strettamente legata alla qualità della ricerca scientifica e alla presenza di Atenei di livello internazionale che facciano sinergia con il contesto socio-economico”.
Sono molte le criticità della ricerca italiana che emergono nell'intervista cover a Marco Gilli, rettore del Politecnico di Torino.
Dovendo riassumere i principali problemi che affliggono il settore, Gilli evidenzia tre aspetti fondamentali: “Certamente il primo riguarda una mancanza di strategia politica sulla ricerca, a seguire la parcellizzazione dei pochi fondi disponibili e, infine, la burocrazia”.
La situazione è complessa, e ogni eccessivo ottimismo sembra fuori luogo. Tant’è che sul domani della ricerca italiana lo stesso Gilli si dichiara “poco fiducioso... se non si risolveranno i problemi strutturali di policy”.



Besseghini: “La ricerca pubblica
non sia pubblica amministrazione


Febbraio 2011. Durante un evento alla Camera di Commercio di Lecco di fronte all’allora Ministro dell’Università e Ricerca Francesco Profumo mi permisi di lanciare questo semplice slogan: Facciamo in modo che la ricerca pubblica non sia pubblica amministrazione!
Sono passati quattro anni e alla luce della costante “disattenzione” per i problemi della ricerca in Italia e in attesa di una troppo annunciata riorganizzazione del settore, mi pare che il tema meriti qualche approfondimento... mi pare che il tema meriti qualche approfondimento...

 
GLI EDITORIALI DI NUOVA ENERGIA

Niente di nuovo
intorno al barile


Sul recente improvviso crollo delle quotazioni del greggio si sono sentite le ipotesi più diverse. Tutte queste ricostruzioni ignorano due verità elementari. La prima è che la storia petrolifera degli ultimi decenni, dal 1972 in poi, è fatta di shock e contro-shock; la seconda verità è che l’OPEC non si è mai mossa per calcolo politico...

Giuseppe Gatti...

Rinnovabili in Arabia?
Anche la sciura Maria
se ne farà una ragione…


Che l’Arabia Saudita abbia deciso di investire nelle fonti rinnovabili non sorprenderà gli addetti ai lavori, ma potrebbe suscitare nella sciura Maria il legittimo interrogativo: ma se ci dicono che le fonti rinnovabili sono più costose del petrolio, perché allora loro che hanno petrolio a volontà,
le vogliono usare?

Carlo Andrea Bollino*


Restiamo vigili su canone Rai
in bolletta e cessione rete elettrica FS


Due recenti questioni - una relativa ad un intervento soltanto annunciato, poi messo da parte, l’altra relativa ad una decisione operante a tutti gli effetti - sono suscettibili di modificare il panorama del settore elettrico.
La prima questione, che fortunatamente non è divenuta concreta realtà, è quella relativa all’inserimento del canone Rai nelle bollette elettriche. La seconda questione, invece, è diventata norma di legge a tutti gli effetti e costituisce un elemento di non secondaria criticità. Mi riferisco al passaggio a Terna della rete elettrica finora in capo alle Ferrovie dello Stato.

Chicco Testa...



Stefano Besseghini, Marco Gilli, Roberto Napoli - che su questo numero di Nuova Energia tracciano un bilancio dei molti problemi della ricerca italiana e avanzano nel contempo
un pacchetto serio e preciso di proposte per voltar pagina - probabilmente proverebbero più rabbia che nostalgia in un ipotetico viaggio nel tempo indietro di 20 anni. Perlomeno se quel viaggio facesse tappa in un’edicola...

 
PERCHÉ PARLIAMO DI OPEC E NON DI NOI?

Lasciamo in pace i Paesi OPEC e quelli non OPEC. Per più di 20 anni, nel settore petrolifero si è dato spazio a questo avventurismo, chiamato trading petrolifero finanziario. Oggi questo strumento sta uccidendo l’industria della raffinazione, impedendo gli investimenti indispensabili per il futuro e...

SUL TEMA OIL&GAS POTREBBE INTERESSARTI:
Petrolio, il prezzo crolla. Chi vince e chi (ci) perde?
Un 2015 con due E
All’Europa del gas basta una sola strategia




Secondo l’Istat il 29,2% della popolazione (con un incremento rispetto al passato) è a rischio di povertà ed esclusione sociale. Per queste famiglie è difficile potersi assicurare un pasto due volte al giorno, riscaldare in maniera adeguata l’abitazione e pagare le bollette di energia e gas.

SUL TEMA ENERGIA ITALIA POTREBBE INTERESSARTI:
L’Italia con gli “occhi” della geoenergia
C’è sempre di mezzo la Costante K
L’approccio costi-benefici a supporto della CSR

 
MANCA TUTTO MENO L’ANARCHIA PAROLAIA

Mai come negli ultimi anni l’Università è tornata al centro dell’attenzione verbale, unanimemente riconosciuta come motore dell’innovazione e dello sviluppo del Paese. Il risultato? Negli ultimi anni gli investimenti dello Stato sono diminuiti del 20% e il personale è diminuito del 15%.

SUL TEMA RICERCA POTREBBE INTERESSARTI:
Terre rare: indispensabili quanto sconosciute
The evolving world of energy economics
Nucleare, né addio né Rinascimento




Guardando al passato e al presente, balza evidente l’anomalia dei sistemi italiani per i rifiuti. Senza giri di parole, buona parte di questi sistemi sono da noi in qualche modo sotto il tallone della criminalità organizzata. Non ci potranno essere soluzioni decenti se non si farà una pulizia drastica...

SUL TEMA AMBIENTE POTREBBE INTERESSARTI:
Pregiudizi da smaltire (definitivamente)
Cambiamenti e strategie di adattamento
Storage: diventare flessibili, rimanere affidabili

 
Nuova Energia è di proprietà di Editrice Alkes
Via Mameli, 17 - 20129 Milano (MI) - tel 02 36597125 - fax 02 36597124 - p.i. e c.f. 03781420967
© Nuova Energia 2011. Tutti i diritti riservati.