Home
LA SCUOLA IN BOLLETTA
Ultimo numero
Archivio
Consiglio editoriale
Comunicazione
Abbonamenti
Editrice Alkes
Chi siamo
#

#COP21__ #SCUOLAINBOLLETTA__ #SMARTENERGY _ #ACCUMULI #CAMBIAMENTICLIMATICI _ #EXPO 2015_ #LIBERALIZZAZIONE__ #NUCLEARE _#FESTIVALDELLENERGIA_ #SMARTEDUCATION_ #EFFICIENZAENERGETICA


Secondo episodio per il progetto La scuola in bolletta. L’iniziativa, ideata e promossa da Editrice Alkes, intende porre l’attenzione sui fabbisogni energetici delle scuole e sui possibili interventi di efficientamento. In questa puntata... scopriamo i veri dati di consumo degli edifici scolastici e le diverse fonti che alimentano la domada di elettricità e calore; capiamo perché gli asili sono più energivori dei licei; presentiamo un progetto concreto promosso sul territorio da LGH con il coinvolgimento diretto degli studenti; valutiamo i risultati di un caso studio realizzato da RSE per promuovere l’efficientamento delle scuole di Roma. E per finire, lo sapete quale è la differenza tra grandezze e misure?

 
COVER STORY

Governatori: “Sì alle imprese
che credono nel mercato

Nuova Energia 2 | 2015 - cover story

“In Italia abbiamo un concetto di politica industriale fatta
di stampelle alle aziende in crisi anziché di idee strategiche di futuro”. Michele Governatori, presidente AIGET, nella
cover story di Nuova Energia rilancia la necessità di credere davvero nel mercato. “In AIGET stiamo facendo uno sforzo pazzesco per portare avanti le istanze del mercato, in un contesto di arroccamento degli operatori con business regolati e di quelli con posizioni di dominanza. Noi crediamo che se vogliamo tenere basse le bollette e alta la qualità del servizio al cliente l’unica risposta che funziona è la concorrenza efficace”.
E guardando all’Europa dell’energia, forse non procede col passo spedito che alcuni vorrebbero, però... “È anche vero che l’Unione Europea, pur in una fase di debolezza della Commissione rispetto ai Governi (che spero si superi con la gestione Juncker) è ancora il motore principale delle istanze pro mercato”.



La cosa intelligente da fare:
una vera liberalizzazione elettrica


Sbaglia chi pensa che le smart grid debbano essere un rimedio per gli operatori tradizionali, che si trovano a fronteggiare i nuovi problemi della generazione distribuita. Le innovazioni tecnologiche permettono infatti di dare connotati realistici all’antico sogno dell’uomo di produrre energia elettrica nello stesso luogo in cui la consuma.
E in un simile contesto è ormai chiaro che se non si coinvolge pesantemente l’utente, ridisegnandone il ruolo, non si va da nessuna parte...

 
GLI EDITORIALI DI NUOVA ENERGIA

Energy Union, l’occasione per cambiare registro

In Europa le contraddizioni energetiche rischiano di aumentare. Occorre ripensare l’impianto concettuale del mercato interno, con cessioni
di sovranità e regole condivise per l’offerta,
le rinnovabili e la gestione della capacità. L’Energy Union, se perseguita
con determinazione, è l’occasione per questo deciso cambio di registro.

Giuseppe Gatti...

COP21 a Parigi:
in vista il déjà vu
dell’opportunismo


Tutti i Paesi si incontreranno a Parigi il prossimo dicembre per cercare un accordo sul clima post-Kyoto.
La facile previsione è sempre la stessa: prevarrà l’opportunismo, non si raggiungerà alcun risultato decisivo.
Al solito, il déjà vu proporrà una cinica battaglia di annunci che si giocherà sull’entità dei finanziamenti...

Carlo Andrea Bollino*


Meno politica energetica
facciamo, meglio è


Abbiamo un gran numero di utility e di soggetti (compreso il singolo utente) che generano energia, tantissimi venditori, dei buoni distributori, una molteplicità di Esco. Tutti questi soggetti, per restare sul mercato, hanno interesse a migliorare l’efficienza, a ridurre l’impatto ambientale, a soddisfare i propri clienti. E allora, lasciamoli lavorare! Cerchiamo di facilitare il loro compito e non di complicarne la vita; rendiamo il più semplice possibile l’ambito in cui si trovano ad operare. Abbiamo bisogno, non solo in campo energetico, di una drastica semplificazione: poche regole, chiare, che funzionino davvero.

Chicco Testa...


 
IL MONDO ACCELERA, MEGLIO NON RESTARE FERMI

Nel settore dell’energia, assorbiti dai problemi di stretta attualità fatichiamo a percepire i segnali di cambiamento, probabilmente destinati a modificare in profondità l’attuale assetto energetico. Si continua a richiedere interventi pubblici per impianti o tecnologie obsoleti...

SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
A Losanna due vincenti, qualche indebolito...
Come va il nucleare nel mondo, 4 anni dopo...
Natural Gas Liquids in North America: Focus...





Il 2015 è iniziato nel segno del recupero. Dopo i timidi segnali di cambiamento emersi lo scorso anno, le luci verdi prevalgono su quelle rosse. Il settore energia è parte attiva del cambiamento, con la riduzione dei prezzi, e anche beneficiario attraverso la ripresa della domanda...

SUL TEMA ITALIA ITALIA POTREBBE INTERESSARTI:
La green economy trova credito...
Energia elettrica, è di casa un utilizzo sostenibile
In Italia c’è spazio per la bioeconomia

 
EXPO 2015, PROVE GENERALI PER UN’ALTRA RIVOLUZIONE

Vi sono molti e vari motivi per parlare di Expo 2015 sulle pagine di questa testata. L’evento si occupa d agricoltura, produzione di cibo, sostenibilità, economia verde: tutti argomenti di cui trattiamo abitualmente parlando di fonti rinnovabili, biomasse, efficienza energetica...

SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Le grandi sfide in dimensione Universale
Beulcke: “Così abbiamo spiegato l’energia
Cambiamenti climatici in evidenza





A colloquio con Luca Cicognani (ABB Italia) che fornisce la sua definizione di smart energy: “Una modalità di produzione e gestione di energia al servizio della comunità, coniugando energia pulita con vantaggi economici e sicurezza della fornitura”. In tre parole: pulita, economica e sicura...

SUL TEMA SMART POTREBBE INTERESSARTI:
Smart grid, le iniziative internazionali
Blackout, le smart grid per prevenirli?
Ci mancava solo la smart education

 
Nuova Energia è di proprietà di Editrice Alkes
Via Mameli, 17 - 20129 Milano (MI) - tel 02 36597125 - fax 02 36597124 - p.i. e c.f. 03781420967
© Nuova Energia 2011. Tutti i diritti riservati.