FOCUS ON
 
.
 
COVER STORY

Gatti: “È la politica estera l’antidoto
alla volatilità dei mercati energetici”

Nuova Energia 6 | 2016 - cover story

“A Bruxelles incominciano a rendersi conto che siamo ancora lontani dall’integrazione dei mercati. Si pensava che bastasse smantellare i diversi monopoli nazionali per dar vita al mercato interno dell’energia elettrica. Così non è stato...”.
È tutto incentrato sui grandi temi della politica, l’intervista cover di Giuseppe Gatti, da sempre prezioso editorialista di Nuova Energia: gli effetti delle elezioni negli USA (“Confido che il Trump presidente non sia un replicante del Trump candidato”), la strana posizione (di Francia, Germania, Svizzera) nei confronti del nucleare, gli effetti (pochi) della Brexit, il rapporto con la Russia, il ruolo della regolazione...




Gas naturale: un’opportunità sostenibile

52 milioni di unità. È questo il parco dei veicoli che circolano sulle nostre strade. Ogni 100 abitanti ci sono 87 mezzi di trasporto con relativo motore endotermico. Non c’è da stupirsi, quindi, che proprio la mobilità sia uno dei settori a maggiore impatto in termini di consumi energetici e di emissioni...

 
LE NOSTRE FIRME

Si può trasformare
un manager
in un leader?


Da sempre nelle aziende si parla di manager e di leader, distinguendo
il tradizionale management dalla elevata guida
;
ma la definizione
di leadership non è semplice. Quando
si riconosce la leadership?
Nella mia lunga vita di lavoro
mi sono trovato molte volte in riunioni con 200 o 300 manager da tutto il mondo...

Carletto Calcia...

Generazione:
l’Europa fa i conti
con la capacità
in eccesso


L’abbondanza di capacità è un tema tornato all’attenzione
di tutti con la questione delle manutenzioni delle centrali nucleari francesi e il loro effetto sul mercato elettrico italiano.
Nel 2014 Terna stimava la nostra overcapacity in 25 GW; e anche dando uno sguardo all’estero, in particolare ai maggiori Paesi della UE...

Carlo Andrea Bollino*


Le utility ci raccontano un sacco di storie

Il contesto è cambiato e i brand più dinamici hanno saputo intervenire introducendo modelli d’interazione più coinvolgenti e intimi per costruire un vero e proprio rapporto di stima e fiducia con il proprio pubblico, adottando tecniche di storytelling multicanale in grado di parlare alle persone in modo continuativo...

Conrad Cancelli...



 
SCENARI

Il 2017 rischia di essere
un anno di svolta epocale


Per le questioni energetiche l’anno appena iniziato rischia di innesare una svolta epocale; a trainarla non saranno - in primis - le innovazioni tecnologiche, bensì le decisioni politiche. Infatti, se i discorsi elettorali di Trump saranno seguiti dai fatti, ci sarà una sorta di terremoto...



SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Previsioni e non profezie
Energia è geopolitica
Stoccaggio, l’unione fa la forza





Un piccolo passo per iniziare
un grande cammino


Nel futuro possiamo immaginare una rete integrata all’interno della quale le conoscenze dei propri consumi, delle proprie immissioni, saranno note in tempo reale. Il DCO 298, che propone linee guida per riformare il mercato del servizio di dispacciamento, è (solo) il primo punto di partenza...


SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Generazione digital, è la IV rivoluzione
Cybersecurity: la nuova sfida per le reti
Verso un ecosistema digitale dell’energia

 
EFFICIENZA

Dialogo tra un conferenziere
e un venditore di NZEB


“...Bisognerà stare la maggior parte del tempo con le finestre chiuse, altrimenti l’equilibrio interno-esterno si rompe. Si tratterà di abituarsi a vivere in sistemi ovattati, come sui treni dell’alta velocità. Ma ci abitueremo; alla fine ci si abitua a tutto...”.



SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Le FER cercano un approdo sulle isole minori
L’eolico gioca la carta del rinnovamento
Due diligence analysis on an Efficient System for Users





Uno sguardo prospettico
alla temperatura del Pianeta


Per il secondo anno di seguito negli ultimi 40, nel 2015 la IEA ha rivelato su scala mondiale un decoupling tra crescita economica e livello di emissioni imputabili al comparto energetico. L’Europa non è stata, tuttavia, altrettanto virtuosa. Le emissioni di CO2 del Vecchio Continente...


SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Il SET-Plan europeo all’esame di laurea
Biometano, vettore versatile e rinnovabile
55 milioni di anni fa è andata anche peggio

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com