IL DOSSIER
Vai al sommario del DOSSIER
 
Home
LA SCUOLA IN BOLLETTA
Ultimo numero
Archivio
Consiglio editoriale
Comunicazione
Abbonamenti
La casa Editrice Alkes
banner_codici.gif
2015_cookie_policy.gif
.
 
COVER STORY

Besseghini: “La ricerca
logora chi non la fa”

Nuova Energia 1 | 2016 - cover story

“È noto che il settore della ricerca in Italia presenta luci e ombre”.
Stefano Besseghini, amministratore delegato di RSE, li riassume così nell’intervista cover a Nuova Energia: “Da una parte una riconosciuta elevata qualificazione degli addetti nazionali alla ricerca (abbiamo ottimi scienziati), dall’altra una sostanziale debolezza organizzativa (il sistema presenta ampi spazi di miglioramento), una scarsa correlazione con il comparto industriale e una difficoltà generale a coordinarsi per raggiungere la necessaria massa critica”.
“Spesso si ricordano i bei tempi andati di Natta. Credo che la principale differenza rispetto ad allora sia la mancanza oggi di quella profonda interconnessione che esisteva tra il settore industriale e il mondo della ricerca”.
“Mai come oggi - aggiunge Besseghini - si sta comprendendo l’importanza del concetto di sistema (che è il mood di RSE): la necessità di svolgere una indagine che non sia agganciata alla singola tecnologia ma che sappia sollevare lo sguardo nella dimensione spaziale e in quella temporale, per cercare di rispondere a domande complesse”.




Siamo un’auto sportiva
ma viaggiamo con il freno tirato


Quando si parla di ricerca le statistiche internazionali ci cacciano in coda ai ranking mondiali.
Siamo davvero messi così male? L’Italia deve rassegnarsi a un ruolo da comprimario? Potrà mai nascere nel nostro Paese un altro Giulio Natta, o un filone rivoluzionario, prima di ricerca e poi di applicazione industriale?

 
GLI EDITORIALI DI NUOVA ENERGIA

Coraggio signora
Maria! Gli esperti
ne capiscono
quanto lei


La signora Maria, che ricorda come negli anni ‘70 ed ‘80 l’inflazione a due cifre fosse un flagello di Dio, ha qualche difficoltà a capire perché adesso la stabilità dei prezzi, che mantiene integro il potere d’acquisto della sua pensione, sia diventato un problema. Solo perché lo dice anche Mario Draghi, che le sembra tanto un bravo ragazzo...

Giuseppe Gatti...

Dall’oro nero
alla green vision
I Paesi OPEC provano la svolta


Perché i Paesi OPEC continuano a non modificare le quote di produzione? Forse per sfruttare l’occasione dei bassi prezzi del petrolio per rivedere la struttura economico-sociale dei diversi governi, fornendo l’opportunità di avviare quelle riforme fiscali necessarie per una riconversione verso una green vision...

Carlo Andrea Bollino*


Bolletta 2.0: benvenuta chiarezza

Frutto di un travagliato percorso consultativo, durante il quale l’Autorità ha coinvolto associazioni, imprese e consumatori, la nuova bolletta ha avuto buoni riscontri anche tra gli opinion maker, gli esperti di comunicazione e i giornalisti.
Le nuove fatture promettono una maggiore chiarezza. E questo vale anche in caso di eventuali rettifiche di consumo, ovvero i tanto amati conguagli che saranno messi in particolare evidenza all’interno di un apposito box...

Francesco Zippo...


 
OIL&GAS

Il gas naturale risponde
all’offensiva del greggio


Siamo forse alla vigilia di un terremoto che potrebbe portare a una rinascita del petrolio su mercati da tempo abbandonati a causa della concorrenza di gas e carbone? La risposta è probabilmente negativa...



SUL TEMA OIL&GAS POTREBBE INTERESSARTI:
Davvero sta finendo l’era del petrolio?
Dopo il Dieselgate occorre tornare al “mondo reale”
“I miei primi 18 mesi a tutto GNL





Elefante, tigre o mosca?

Stiamo parlando di generazione e di modelli di sviluppo, in particolare per quanto concerne le aree emergenti del Pianeta. Qual è la dimensione ideale per una centrale? Nel mondo sembra in atto una corsa al gigantismo; ma non è detto che sia la sola (o la migliore) soluzione possibile...


SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
COP21, un vertice debole e imperfetto. Ma...
Ruolo ed evoluzione delle smart grid
Per guidare il clima... serve una guida sulla CO2

 
MERCATO ITALIA

Le sfide non mancano. Urge un supplemento di coraggio

La situazione dalla quale partiamo è nota. Ma qual è la situazione verso cui pensiamo di muoverci? E poi, ci muoviamo in una direzione o seguiamo rotte ondivaghe, come una scialuppa abbandonata?



SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Serve davvero la rottamazione del termoelettrico?
La domanda di energia in Italia nel 2015
Università: qualche timido raggio di sole...





Come misurare
l’efficienza energetica


Per individuare in maniera priva di ambiguità l’efficienza di un processo produttivo è necessario riferirsi a due indicatori contemporaneamente: uno per gli usi finali elettrici, uno per gli usi finali termici. Solo il doppio indicatore permette il confronto tra processi...


SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Biometano, l’ennesimo treno che stiamo perdendo
Rinnovabili: il fai da te non paga... e si paga caro
Così cambia il futuro dell’innovazione

 
© 2005 – 2016 www.nuova-energia.com