Home
LA SCUOLA IN BOLLETTA
Ultimo numero
Archivio
Consiglio editoriale
Comunicazione
Abbonamenti
Editrice Alkes
Chi siamo
.


Non tutta la scuola italiana merita di essere messa dietro la lavagna. Giunta alla sua terza tappa, la proposta divulgativa sui temi dell’efficienza, lanciata da Nuova Energia a inizio 2015 (La scuola in bolletta) rileva con piacere che qualcosa si sta muovendo. Ad esempio, nel territorio gestito dalla multiutility LGH è partito un ambizioso progetto... Un’altra buona notizia giunge dal Comune di Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia... E anche il Governo ha deciso di spendersi in prima persona...

 

#MOBILITÀ _ #SCUOLAINBOLLETTA _ #PREZZODELPETROLIO _ #POSTKYOTO _ #FV _ #FESTIVALDELLENERGIA __ #TRASMISSIONEEDISTRIBUZIONE

 
COVER STORY

Valotti: “Utility, la tradizione
si proietta nel cambiamento

Nuova Energia 3 | 2015 - cover story

“La fusione tra Federutility e Federambiente, con la nascita di Utilitalia, scaturisce dall’esigenza di tradurre il grande cambiamento in atto in un’occasione di sviluppo e innovazione, per un comparto industriale che rappresenta un valore sociale e un fattore di attrattività dei nostri territori”.
Giovanni Valotti, nuovo presidente dell’associazione delle imprese dei servizi pubblici locali, è l’uomo copertina del numero 3|2015 di Nuova Energia. “Contrariamente a quanto accade di solito in Italia, le nostre aziende hanno proceduto in modo quasi autonomo e volontario ad aggregazioni industriali, fusioni e ampliamenti territoriali. L’obiettivo perseguito è quello dell’incremento della competitività al servizio dei cittadini”.
“Nonostante i grandi processi innescati a metà degli Anni ‘90 che hanno portato alla creazione di aziende più grandi, il vero salto di qualità si realizzerà a partire da strumenti normativi e fiscali adeguati, da una volontà politica coerente e da un complessivo disegno industriale”.
“La contrazione del settore energetico - aggiunge Valotti - non è solo una fuga delle imprese straniere dall’Italia, ma una criticità per tutta l’Europa, cui spetta una risposta alla crisi della domanda...”



E se il biglietto fosse gratis?

Il partito del totally free public transport (biglietti a costo zero per tutti gli utenti dei mezzi pubblici) non riguarda solo fenomeni di costume, viaggiatori a sbafo o gruppi di opinione e di protesta.
Da anni - soprattutto all’estero - si è aperto un dibattito che coinvolge direttamente le amministrazioni locali: la scelta è motivata dall’obiettivo di spostare utenti dall’auto privata a bus, tram e metropolitane. Ma i risultati non sono affatto scontati...

 
GLI EDITORIALI DI NUOVA ENERGIA

Questa regolazione produrrà meno elettricità e più cause

Nonostante gli sforzi dell’Autorità per ricondurre a razionalità il coacervo di norme emanate, continua a mancare una logica di sistema. È prevedibile, quindi, lo sprigionarsi di un vasto contenzioso amministrativo e un risultato sarà stato ottenuto: forse produrremo meno energia elettrica, ma certamente molte più cause...

Giuseppe Gatti...

Medio Oriente: niente di nuovo sul fronte
della geopolitica


Ancora una volta il Medio Oriente è interessato da una “perturbazione” geopolitica che, come ci siamo ormai abituati, non è destinata a concludersi in tempi brevi né in modo definitivo. Ciò determina un clima di profonda incertezza per il settore politico, economico, sociale ed anche energetico...

Carlo Andrea Bollino*


Reati ambientali: una legge
con l’incertezza del diritto


L’eccesso di vaghezza finisce per attribuire alla magistratura un compito che travalica di molto le sue capacità. Qualche cosa di simile, del resto, è già accaduto in diversi frangenti, non ultimo quello della centrale di Vado Ligure, dove i pareri e i dati della autorità sanitarie ed ambientali, istituzionalmente preposte, passano in secondo piano e non vengono tenuti in alcun conto, rispetto alle opinioni dei periti incaricati dai tribunali.
Dubito fortemente che con l’incertezza del diritto si possa garantire un armonico accordo fra sviluppo economico, innovazione tecnologica e protezione ambientale.

Chicco Testa...


LA RICERCA MALATA NON TROVA LE CURE
I difetti sono quelli di sempre: pochi soldi
disponibili spesi a pioggia, pagamenti effettuati
con grande ritardo. Si annunciano progetti che
non partono mai, dimenticando che le iniziative
per la ricerca devono essere tempestive,
altrimenti si arriva sempre sopo gli altri.
Sole 24 Ore, 23 maggio 1995

 
PROTEGGIAMO LA GENERAZIONE DISTRIBUITA!

Occorre salvaguardare lo sviluppo del Paese, difendendo le prospettive della generazione distribuita da assalti conservatori. Non è solo questione tecnica o economica, è anche rispetto dei diritti dei cittadini ad una gestione libera e responsabile dei loro fabbisogni energetici...

SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Gli impianti FV pronti al test dopo anni di esercizio
Una spremuta di energia
Non perdiamo la nave dell’efficienza energetica...





Quale futuro per lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia? In occasione del Festival dell’Energia, Nuova Energia ha raccolto il parere del ministro dello Sviluppo economico, e di alcuni operatori del settore: Pier Giorgio Romiti (Errenergia), Piero Manzoni (Falk) e Massimo Derchi (ERG Renew).

SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Rimini punto di incontro delle tecnologie innovative
E.ON al passo con l’evoluzione del sistema
Da settembre sarà un’altra termoidraulica

 
IL PARCO TERMOELETTRICO SARĂ€ ANCORA UTILE

Gli studi di settore indicano la necessità di mantenere un significativo parco termoelettrico (circa 10 GW a carbone e 13 GW a gas), per assicurare adeguatezza e stabilità in un orizzonte al 2030 e oltre, riqualificando gli impianti più efficienti e competitivi e dismettendo gli altri.

SU QUESTO TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
L’Italia paga cara l’elettricità e qualche errore
Italia 1990-2014: come è cambiata la domanda
Oltre l’era di Kyoto raddoppiando gli sforzi





Nel 2014 per la prima volta la Cina è diventata il più grande importatore del mondo. Quest’anno il consumo di petrolio sarà 3,7 volte quello del 1996. L’inquinamento causato dalla crescita economica incontrollata ha però reso indispensabile una nuova politica energetica eco-amichevole...

SUL TEMA POTREBBE INTERESSARTI:
Africa: come dare elettricità a chi non ce l’ha
Petrolio, dove la speculazione si deve fermare
Barile in ribasso se OPEC e majors...

 
Nuova Energia è di proprietà di Editrice Alkes
Via Mameli, 17 - 20129 Milano (MI) - tel 02 36597125 - fax 02 36597124 - p.i. e c.f. 03781420967
© Nuova Energia 2011. Tutti i diritti riservati.