.
 
COVER STORY

Kosisko: “Shaping a revolution: building
the digital plant of the future”

Nuova Energia 3 | 2017 - cover story

Rivoluzione o evoluzione? Il settore della power generation, sulla spinta della digitalizzazione, sta vivendo una fase di profondo cambiamento.
Nuova Energia ha incontrato Kevin Kosisko, managing director della business unit Power Generation & Water di ABB, per poter delineare una overwiew di questo processo.
“L’incremento della flessibilità e della complessità, così come i nuovi modelli di business, sono diventati l’impronta digitale del comparto power,
che sta andando incontro a cambiamenti senza precedenti in termini di scala e di ritmo”.

L’afa nera

Pensavate che il doppio della capacità elettrica installata rispetto al picco di domanda fosse sufficiente a stare tranquilli? Falso...

 
LE NOSTRE FIRME

All’orizzonte si delinea una transizione tiepida

All’alba della consultazione sulla nuova SEN fioriscono le analisi di scenario sul sistema energetico italiano. L’AIEE ha dato il suo contributo, elaborando uno scenario al 2030
in cui si ipotizza
il raggiungimento dei target emissivi
che potrebbero risultare dagli accordi con la Commissione Europea...

Carlo Andrea Bollino...

Ai vertici del trilemma, sicurezza
e sostenibilità


Uno dei punti cardine della transizione energetica è senza dubbio lo sviluppo dell’efficienza e non per nulla in quella nuova Bibbia dell’Energy Union che è il Winter Package, l’efficienza dovrebbe consentire di rendere equilibrato il triangolo con cui si suole rappresentare il cosiddetto “trilemma dell’energia”...

Giuseppe Gatti*



La creatività ci insegna a dar peso al possibile oltre che al probabile

Anni or sono, durante un viaggio, un collega mi disse: “Vorrei che i miei collaboratori fossero più creativi”. SFOGLIA IL SOMMARIO IN FORMATO PDF Gli risposi: “E tu fai qualcosa per stimolarli?”. Mi disse: “Sì,
ma alla fine mi accorgo di avere sempre ragione io”.
Questo è il problema della creatività, difficile da individuare e ancora più difficile da coltivare nel vasto panorama dei comportamenti...

Carletto Calcia...



La fantascienza? Oggi la raccontano
gli imprenditori


La fisica di Star Trek è un testo del 1995 in cui l’autore Lawrence Krauss cercava di spiegare le basi scientifiche dietro il teletrasporto (ricordate? il capitano Kirk esclamava “energia!” usando il suo pseudocellulare satellitare per chiamare l’astronave) o la curvatura warp. Un bell’esempio di come scienza e fantasia si possano abbinare...

Marcello Laugelli...

 
POWER GENERATION

Alippi: “In Italia per crescere,
con una prospettiva di lungo periodo”


“In generale direi che si tratta di un mix equilibrato, in grado di accompagnare la transizione energetica in corso verso un ulteriore utilizzo delle fonti rinnovabili, con gli impianti termoelettrici - specie a gas - nel ruolo di backup”. È questa la prima lettura di sintesi che Luca Alippi, amministratore delegato di EP Produzione, fa dell’attuale parco di generazione del Sistema Italia.




Fuel poverty, il fenomeno preoccupa
ed è in crescita


Un’importante fascia di popolazione italiana vive in condizioni di povertà energetica o, più propriamente, di vulnerabilità energetica: ha difficoltà ad acquistare un paniere minimo di beni e servizi energetici, oppure vive la condizione per cui l’accesso ai servizi energetici implica una distrazione di risorse superiore a quanto socialmente desiderabile...





Tajani: “Solo nell’Unione si vince”

Nuova Energia 2 | 2017 - cover story

È la parola che ricorre di più, lungo tutta l’intervista: unione. Ripetuta con piena convinzione, quasi con ostinazione. Detta con forza. Soprattutto in abbinamento al termine energia.
Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo, lo sostiene senza mezzi termini: “L’Europa è il nostro futuro comune e resta la scelta migliore; andare in ordine sparso sarebbe un suicidio”. Considerazione che vale, naturalmente, anche per le politiche energetiche, ambientali e climatiche.

 
ACCORDO DI PARIGI

E se il ribaltone energetico di Trump
non fosse poi così traumatico?

Alla fine Trump ha mantenuto la promessa elettorale e ha portato gli USA fuori dagli accordi di Parigi sul clima, suscitando vivaci reazioni in larga parte del mondo. Conviene guardare le cose freddamente, senza lasciarsi condizionare troppo né dalla retorica dell’antipatia verso Trump né dalla retorica della colpevolizzazione catastrofistica dell’uomo moderno.





Fix and flexible

La parola d’ordine è: muoviti, sii flessibile, fai ginnastica; starai bene con te stesso e con gli altri. Non siamo in palestra, è il mercato della generazione.
Un sistema sempre più caratterizzato dalla necessità di seguire le variazioni delle rinnovabili impone ai propri attori di essere in forma e flessibili. Sempre in forma perché con le ore di esercizio ridotte all’osso e i margini in picchiata...




Tabarelli: “Anche nell’energia l’Italia
ha un disperato bisogno di fare sistema”

Nuova Energia 1 | 2017 - cover story

Riecco la SEN. Pensando alle sorti delle precedenti esperienze italiche, si fa un po’ fatica a considerare seriamente la questione. Ma sarebbe un errore, per lo meno nella lettura di Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia.
“L’Italia ha un disperato bisogno di fare sistema, di essere una nazione in grado di avere obiettivi comuni, di attenuare la litigiosità che pervade tutto, dal governo del Paese fino agli impianti industriali sul territorio. Parlare di strategia energetica nazionale è dunque una cosa seria”.

 
© 2005 – 2017 www.nuova-energia.com